I Luoghi del Salento

Il suggestivo e vario paesaggio del Salento, ornato da stupende coste ora alte e frastagliate con una miriade di grotte e anfratti (litorale di levante, mar Adriatico), ora morbide e sabbiose (litorale di ponente, mar Jonio), incuriosisce ed attrae il cultore delle bellezze naturali.

Noi ci troviamo nella Marina di Leuca, le cui origini sono antichissime, come testimoniano le numerose incisioni messapiche, greche e latine rinvenute all’interno delle varie grotte rupestri presenti. Notevole è il Santuario “De Finibus Terrae”, dal 1990 basilica pontificia, risalente al 1720, già tempio dedicato a Minerva e ancora oggi meta di pellegrinaggio di numerosi fedeli in ogni periodo dell’anno. La località in cui sorge il Santuario prende il nome di Santa Maria di Leuca, in onore alla Madonna di Leuca “De Finibus Terrae”, che si festeggia ogni anno il 15 agosto con una caratteristica processione via mare. Accanto alla Basilica impera il gigantesco faro (m 48 di altezza, il secondo in Italia dopo quello di Genova) entrato in funzione per la prima volta nel 1866. Da immortalare sono le splendide ville ottocentesche presenti sull’incantevole lungomare che le famiglie nobili della seconda metà dell’800 fecero a gara a realizzare sull’onda di una moda sfarzosa lanciata a quei tempi dall’estro di valenti ingegneri ed architetti.

L’entroterra del Capo di Leuca è caratterizzato da meravigliosi scenari campestri con distese di oliveti a perdita d’occhio scanditi dai classici muretti a secco e dalle caratteristiche “pajare“, costruzioni contadine in pietra a secco. I piccoli centri urbani offrono esempi valenti di arte e architettura dal romanico al barocco, usi e costumi tradizionali ancora intatti (artigianato, ferro battuto, prodotti tipici locali in genere).